Carneficina giorno 12

L’ennesima carneficina fra israeliani e palestinesi. Irrefrenabili pulsioni di morte. Ma Daniel Grossman scrive che “anche nella malvagità c’è un limite”.

Tra gli ultraortodossi di Mea Shearìm

La sofferenza del popolo ucraino sotto le bombe russe, mi richiama a quella degli ebrei ucraini ultraortodossi nell’Ottocento e alla mia infanzia a Mea Shearìm.

Due invasioni a confronto

Due invasioni a confronto: oggi dell’Ucraina e, nel 1967, dei Territori palestinesi.

Sofferenza

Nel conflitto israelo-palestinese, parteggio, lo sapete, per il popolo palestinese, anche e soprattutto per la loro quotidiana sofferenza.

L’ombrello religioso dello Zio Sam

Israele è da sempre il pupillo degli USA. Mi soffermo su un aspetto poco conosciuto riguardante l’impatto della religione sui rapporti tra i due paesi.

Le occasioni perdute

Le occasioni di pace fra israeliani e palestinesi sono state davvero poche e improbabili. Tuttavia, meritano di essere ricordate.

Paura del diverso

La paura del diverso è una componente del conflitto israelo-palestinese. Un’emozione che facilita il senso di appartenenza a un gruppo in cui sentirsi protetti.

Insediamenti senza pace

Gli insediamenti israeliani in Cisgiordania costituiscono il principale ostacolo alla pace fra Israele e il popolo palestinese.

Critica ad Israele e antisemitismo

L’accusa di antisemitismo a chi critica Israele è diventata uno slogan assai diffuso. Mi è piovuta addosso all’istante, come previsto…

Empatia, ossitocina e adolescenza

Empatia, ossitocina e adolescenza

Riprendiamo il tema dell’empatia in cui l’ossitocina è protagonista. L’adolescenza è un periodo sensibile nella formazione dell’atteggiamento sociale…